Vai al contenuto principale

Tutorato

In base alla Legge di riforma degli ordinamenti didattici universitari legge "341/90, art. 13…"risulta quanto segue nei punti due e tre:
2. Il tutorato è finalizzato ad orientare gli studenti lungo il corso degli studi, a renderli attivamente partecipi al processo formativo, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza dei corsi, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, alle attitudini e alle esigenze dei singoli.
3. I servizi di tutorato collaborano con gli organismi di sostegno al diritto allo studio e con le rappresentanze degli studenti concorrendo alle complessive esigenze di formazione culturale degli studenti e alla loro compiuta partecipazione alle attività universitarie.
Il Progetto di tutorato all'interno del Corso di Studio in Logopedia prevede diverse articolazioni a secondo del momento di formazione degli studenti:
I anno di corso
1) fase di accoglienza intensiva degli studenti : 
- comprende attività di informazione ed organizzazione sul percorso del Corso di Studio soprattutto in relazione al tirocinio clinico professionalizzante , dell'Ordinamento didattico, dell'organizzazione del tirocinio;
2- orientamento didattico personale: comprende la guida all'osservazione dei contenuti del tirocinio del primo anno di Corso ed in particolare la guida all'osservazione del soggetto in età evolutiva senza problemi di comunicazione e dell'involuzione fisiologica della comunicazione nel soggetto in età geriatrica.
I tutor clinici di riferimento del primo anno organizzano incontri periodici con gli studenti per raggiungere gli obiettivi.
II e III anno di corso
3) fase di percorso curriculare II° e III° anno di Corso che comprende:
- norme comportamentali, obiettivi concreti da raggiungere per lo studente (che cosa osservare, skills da conoscere e da saper attuare) e indicazioni per il tirocinio;
- organizzazione turni di tirocinio;
- supporto durante l'avvicinamento all'ambito clinico;
- informazione e gestione durante il tirocinio clinico nelle differenti realtà;
- guida all'osservazione del paziente comunicopatico in età evolutiva, adulta, geriatrica;
- fase di orientamento professionale per il terzo anno;
- informazione sugli sbocchi, ambiti, realtà professionali e strategie di avvicinamento alla realtà professionale compilazione e formazione curriculum);
- fase di approfondimento sulle situazioni di urgenza e delicatezza durante il percorso formativo (primo, secondo, terzo anno);
- gestione delle difficoltà emergenti durante le prime dinamiche di tirocinio;
- gestione delle difficoltà eventuali verificatesi durante l'approccio al tirocinio clinico;
- gestione delle problematiche emergenti inerenti il paziente in fase acuta;
- gestione delle problematiche emergenti inerenti il paziente in fase acuta (filmato sulla rianimazione: osservazione, commento, spunti di riflessione e lettura libri e articoli sulle problematiche della morte e del dolore)
- approfondimenti, informazioni, chiarimenti circa il rapporto professionale tra cliente e logopedista;
- organizzare e pianificare obiettivi, strumenti e metodi, sia per il secondo sia per il terzo

anno in relazione alle diverse sedi di tirocinio;
- esperienze pratiche guidate inerenti il setting logopedico, il colloquio ed il counselling;
- Indicazioni sulla preparazione dei casi clinici;
- migliorare la conoscenza e la modificazione del proprio comportamento recettivo ed espressivo;

- saper osservare e descrivere il comportamento verbale e non verbale, registrare e analizzare le varie interazioni;
- approfondimenti, informazioni, esercitazioni cliniche, esperienze pratiche guidate,chiarimenti circa il rapporto professionale tra cliente e logopedista, il settinglogopedico, nei suoi aspetti (tecnico - materiale , personale e relazionale), il colloquio e il counselling,
- pratica controllata degli atti professionali specifici (valutazione, programmazione,attuazione, verifica del piano di trattamento);

-applicazione guidata del bagaglio teorico via via acquisito;
- approfondimento di alcuni setting specifici (ad esempio il gioco);
- saper valutare l'evoluzione del trattamento ed i risultati nonché redigere relazione in merito;
- esercitazioni su casi pilota con la metodologia del problem solving e con l'utilizzo dell'incompletezza del caso;
- esercitazioni sulla costruzione del piano diagnostico terapeutico;

Incontri settimanali: verranno effettuati da tutti i tutor presso le proprie sedi di tirocinio, e saranno relativi a : raccolta dati, organizzazione struttura, presentazione, analisi e discussione di casi clinici seguiti durante il tirocinio. Obiettivi: guidare lo studente nell'osservazione della relazione logopedista - paziente, nel raccordo tra teoria e pratica clinica, nella scelta dei dati e degli elementi necessari per la presentazione di un caso clinico, introduzione alla scelta, analisi e presentazione dei protocolli diagnostici e delle scelte terapeutiche nella Stesura del Piano di Lavoro ( parallelamente con corsi seguiti nell'ambito del Piano di Studi - Settore Scientifico Disciplinare MED 50).

Incontri mensili condotti dalla tutor di riferimento dell'anno di corso.

Letture consigliate

 

Tutorato (link al sito della Scuola di Medicina) 

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:29
Location: https://logopedia.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!